MongoDB and PHP

MongoDB and PHP è un interessante manuale fresco di stampa, che esplora senza fronzoli le potenzialità di un database NoSQL abbinato alla semplicità e potenza di PHP. Dal linguaggio semplice e immediato, questo piccolo volume (poco più 60 pagine) offre spunti molto interessanti a quei developer PHP che desiderano spingersi oltre l’ormai banale sviluppo di applicazioni apache+mysql+php.
Siamo sinceri: tutti noi conosciamo bene quanto PHP possa essere potente e flessibile, grazie alla sua grande versatilità ed all’enorme community che lo supporta, ed al tempo stesso controverso e pericoloso, quasi come un cane sciolto. Dopo quasi vent’anni di diffusione e crescita, questo linguaggio sta vivendo una movimentata rivoluzione ed è ormai di moda lasciarsi alle spalle “il vecchio” e buttarsi tra le mille novità che spiccano come funghi intorno a noi sviluppatori.

MongoDB rappresenta a prima vista una perfetta occasione per saggiare con semplicità quell’oggetto misterioso che sono i database NoSQL: dimentichiamoci le rigide colonne di MySQL, i fastidiosi vincoli relazionali, il terrore e disgusto dal dover, all’occorrenza, storpiare i nostri database modificandone tabelle e struttura. MongoDB, nato nel 2007 e supportato ormai da una community molto attiva, ci propone un database semplice e immediato, con poche regole e tanta flessibilità, che ci permette di modellare il nostro db attorno alle nostre necessità, e non viceversa. Facile da installare e da integrare nei nostri applicativi. Perfetto per lo storage di dati de-strutturati e abbastanza flessibile da adattarsi ad applicativi ed esigenze di ogni dimensione.

MongoDB and PHP ci guida in questo nuovo mondo muovendosi attraverso un percorso semplice e quasi obbligato: introduzione, installazione, implementazione, sviluppo, “tuning avanzato”. Ci mostra senza peli sulla lingua come creare ed usare i nostri primi database, stuzzicandoci con poche righe di codice, quanto basta per gestire un database come MongoDB.

Il libro è interessante, facile da leggere e ricco di spunti. Forse, e qui viene la nota dolente, eccessivamente poco sviluppati: troppi capitoli impostati sul fastidioso tono: “se vuoi fare qualcosa di più allora arrangiati”: la sensazione è quella di un libro ben scritto, ma che ti lascia a metà, proprio sul più bello, con troppi punti da volere/dover sviluppare, tanto da chiedersi se fosse possibile fare qualcosa in più.

Non è chiaramente una stroncatura completa. Anzi: MongoDB and PHP è una lettura consigliata e sicuramente stimolante, che saprà soddisfare coloro che saranno in grado, sospinti dalla curiosità, di fare quel passo in più, e che probabilmente lascerà (che peccato!) gli altri in compagnia di quella pericolosa sensazione di “che bravo ho scoperto qualcosa di nuovo”, senza però avere il coraggio di andare oltre.

Ma in fondo questo riassume, nel bene e nel male, il mondo di PHP.

Recensione di Gabriele Mittica.

Scheda del libro

Titolo: MongoDB and PHP
Autore: Steve Francia
Casa editrice: O’Reilly
Pagine: 80
Lingua: Inglese

This entry was posted in recensioni. Bookmark the permalink.

Comments are closed.